Domenica 24, Pinketts, Pulixi, Girelli, Verde, Luceri, Eliselle, Riccardi, Cappi e Tagliaferri al CC Morbella

‘La Morte dentro il buio’

presentazione dei romanzi e incontro con Piergiorgio Pulixi, autore de ‘La scelta del buio’, Fabio Girelli, autore de ‘Il settimo esorcista’, Nicola Verde, autore de ‘Il vangelo del boia’. Presentano Giorgio Bastonini e Stefania De Caro

 

‘La scelta del buio’
Alcune persone nascono col buio dentro. Altre, nel buio, ci devono entrare per catturare chi ha deciso di vivere nell’oscurità. Eccolo Piergiorio Pulixi col suo nuovo romanzo, ‘La scelta del buio’. Il commissario Vito Strega è rientrato in servizio operativo dopo che una commissione disciplinare interna lo ha reintegrato. Strega deve fare luce sul suicidio di un ispettore della Omicidi e nota da subito delle incongruenze. Conosceva la vittima, avevano condotto un’indagine insieme, anni prima. Non crede che il collega si sia suicidato e inizia a indagare alle spalle dei superiori. Presto scoprirà di averci visto giusto, e si troverà a fronteggiare l’incubo più grande per qualsiasi poliziotto. Vito Strega è un investigatore che ha fatto dello studio e della lotta al Male la sua ragione di vita. Un uomo geniale, ma dall’animo spezzato.

 

‘Il settimo esorcista’
«Non mi interessa la verità, non mi appassiona. Potrebbe anche venire fuori che sei il diavolo, o che sei dio, finiresti sempre per annoiarmi». Lisa Sarti ha un segreto. La morte l’ha sfiorata ma per qualche motivo non se l’è portata via. Un destino condiviso con altre persone, come lei sfuggite a una sorte in apparenza inevitabile, sopravvissute a eventi terribili: incidenti aerei, disastri naturali, tragedie famigliari. Ma a Torino qualcuno ha deciso di rimediare agli errori del fato e di sostituirsi alla morte stessa, qualcuno che sembra conoscere perfettamente la vita delle sue prede. Lisa è la prima a cadere sotto la sua furia omicida. Il vicequestore Andrea Castelli si getta sul caso cercando di non farsi coinvolgere dagli aspetti più oscuri della vicenda, ma sarà costretto a rivedere le sue convinzioni quando un nuovo elemento si aggiungerà all’indagine. L’assassino ha uno strano tatuaggio sul polso, una scritta che recita Non draco sit mihi dux. È l’incipit di uno degli esorcismi più famosi, il Vade retro Satana. Per la questura di Torino non c’è altra scelta che chiedere aiuto a un consulente esterno, un religioso che conosca a fondo la materia: uno dei sette esorcisti della città. Fabio Girelli ne ‘Il settimo esorcista‘ Fabio Girelli ci fa tuffare in una Torino tentacolare e misteriosa.

 

‘Il vangelo del boia’
Roma, 1864. Mastro Titta, il boia del papa, esegue due condanne a morte per omicidio. Ma quando sta per esporre al pubblico, accorso in massa, le due teste mozzate, intravede un volto che sperava di aver dimenticato. Quell’incertezza gli costa cara, costringendolo a dire addio alla sua gloriosa carriera. Che cosa è successo al famoso boia romano? Tutto è iniziato nel 1861, con l’uccisione di un gendarme, prima, e poi, un paio di mesi dopo, con il ritrovamento, sulle sponde del Tevere, di due cadaveri, uno dei quali senza testa. Fatti all’apparenza non legati fra loro, ma che diedero il via a una catena di eventi che scossero la città. Ne ‘Il vangelo del boia’ un Nicola Verde come non lo avete mai letto, con un romanzo di un fascino eterno. Come la Morte.

 

Festival Giallolatino

domenica 24 settembre ore 17 . Centro commerciale Morbella . viale Picasso . Latina

 

 

‘Tutti i colori del delitto’

presentazione dei romanzi e incontro con gli autori Enrico Luceri – Dietro questo sipario. Eliselle – Il colore della nebbia. La notte della rabbia – Roberto Riccardi. Presentano Fabio Mundadori e Stefania De Caro

 

Eliselle – Il colore della nebbia.
Sono almeno venti le voci narranti che si susseguono e s’intrecciano a raccontare la storia di questo romanzo, più le “voci off” dei titoli dei giornali, dei sottopancia nei programmi di cronaca e quelle di anonimi commentatori. Le voci della “gente comune” che accompagnano lo scorrere quieto del malessere di una comunità, spezzato all’improvviso dall’omicidio di una bambina di otto anni. La caccia al colpevole sarà scandita dal consueto, necrofilo, scompiglio mediatico. Ogni essere di questa piccola, provinciale ne verrà travolto, e tutti i personaggi, nessuno escluso, si troveranno a fare i conti con quella nebbia che credono di conoscere, ma che ha ormai assorbito tutti i miasmi del male. È ne ‘Il colore della nebbia’ che forse si nasconde ogni segreto. Eliselle sì che lo sa.

 

Enrico Luceri – Dietro questo sipario
Patrizia Torrisi è testimone oculare di un omicidio, ma nessuno le crede, soprattutto la polizia. Qualcuno però sa che Patrizia è sincera: purtroppo per lei, è l’assassino. Il quale cerca più volte di ucciderla, simulando altrettanti incidenti. Costretta a improvvisarsi detective per trovare una prova che convinca la polizia della sua buona fede, la donna trova un alleato nell’ambiguo e affascinante Ricky Micheli, un giovane giornalista. Mentre l’assassino colpisce ancora, eliminando personaggi che non sembrano aver legami fra loro, Patrizia scoprirà a sue spese che il pericolo è molto più vicino e insospettabile di quanto appaia. ‘Dietro quel sipario’ è un thrilling alla Dario Argento, scritto con la maestria di Enrico Luceri.

 

La notte della rabbia – Roberto Riccardi.
Roma, 1974. I terroristi delle Sap hanno rapito il professor Marcelli, astro nascente della politica nazionale. Le indagini che il colonnello dell’Arma Leone Ascoli avvia insieme al giudice Tramontano si presentano subito complesse. L’unico appiglio è la presenza di una testimone. Come se non bastasse, alla porta dell’ufficiale bussa Bepi, un ex partigiano che gli ha salvato la vita ad Auschwitz: l’uomo gli comunica che l’aguzzino del campo si trova in città sotto falso nome e gli chiede di consegnarglielo. Il problema è che l’ex SS è diventato un agente doppio, in bilico fra le due anime di una Germania divisa dalla conferenza di Yalta. Intanto le Sap lanciano un ultimatum: o lo Stato libera il loro capo, o Marcelli verrà giustiziato. Per Ascoli sono ore drammatiche. Nella sua mente passato e presente si rincorrono… In ‘La notte della rabbia’ un Roberto Riccardi in una forma straordinaria per un romanzo che appartiene alla drammatica storia recente italiana…

Festival Giallolatino

domenica 24 settembre ore 18 . Centro Commerciale Morbella . viale Picasso . Latina

 

‘A volte ritornano’
presentazione dei romanzi e incontro con gli autori Andrea Carlo Cappi – Ladykill, morte accidentale di una lady. Paolo Tagliaferri – Nessuna notizia dalla notte. Andrea G. Pinketts – Sangue di yogurt. Presenta Gian Luca Campagna e Diego Zandel

 

Paolo Tagliaferri – Nessuna notizia dalla notte.
Una banda, un capo, un amore. La città eterna. La Roma di mafia capitale, della Suburra, dell’Aventino. Gli eroi criminali di questo noir vivono sulla strada e ne rispettano il codice. Un insieme di regole sanguinarie quanto ingenue. Spietate ma leali. Corrado Mauri, il Khan, comanda un gruppo di uomini decisi e pericolosi. Il suo sogno è il colpo di una vita. La rapina più grande di sempre. Sono agguerriti e preparati. Sono professionisti. Un solo ostacolo: il cuore. Sullo sfondo di una città dalla struggente bellezza, una storia appassionante di crimine e sentimento, di tenerezza e violenza. Eccolo il nuovo romanzo di Paolo Tagliaferri, ‘Nessuna notizia dalla notte’.

 

Andrea Carlo Cappi – Ladykill, morte accidentale di una lady.
Estate del 1997: agenti di servizi segreti deviati hanno pianificato ed eseguito con lucida ferocia l’eliminazione a Parigi di una principessa inglese divorziata e del suo amante, un miliardario egiziano. Ma il sicario Carlo Medina viene incaricato di risalire le tracce di un attentato che il mondo intero considera una “morte accidentale” e di eliminare i responsabili… La penna corrosiva di Andrea Carlo Cappi colpisce ancora, in ‘Ladykill, morte accidentale di una lady’ una verità nascosta nella fiction narrativa che lascia aperte le riflessioni.

 

Andrea G. Pinketts – Sangue di yogurt.
Strabilianti, misteriose, le storie di “Sangue di yogurt” sono ambientate in quattro angoli del mondo differenti, dalla Francia all’America all’isola di Santa Mutanda, passando per l’Italia, sulle tracce di assassini seriali ma non solo. Storie di emarginati, orgogliosi di esserlo. Chi uccide le “Miss Yogurt”? Per rispondere a questa domanda, due giornalisti col pelo sullo stomaco s’imbattono nella corruzione della politica locale di un’immaginaria cittadina francese, scoprendo molto di più di quanto in verità cercassero. E molto di più di quanto il lettore possa anche soltanto immaginare… torna lui, il dissacratore universale, l’uccisore della narrativa di genere, Andrea G. Pinketts…

 

Festival Giallolatino, domenica 24 settembre ore 19 . Centro Commerciale Morbella . viale Picasso . Latina

Comments are closed